Il progetto

Herencias

SCRITTURE DI MEMORIA E IDENTITÀ

Nelle realtà della Spagna e di alcuni paesi dell’America Latina, sono emersi e si sono consolidati negli ultimi decenni i tratti distintivi di identità culturali e socio-politiche segnate da eventi tragici che continuano a minacciare di stravolgerne il profilo identitario. Sono lustri attraversati dall’incertezza e, allo stesso tempo, dalla necessità di recupero e appropriazione di un passato scomodo e traumatico da parte delle generazioni cosiddette post-testimoniali, per tessere una rete di racconti in grado di garantire una visione di futuro condiviso e, soprattutto, articolato e non monolitico. In questo mutevole e talvolta contraddittorio scenario, alcune forme di scrittura creativa di ambito ispanico si configurano come luoghi privilegiati di riflessione collettiva su laboriosi processi di costruzione identitaria che possono, da un lato, elaborare il trauma di un passato difficile e nebuloso, dall’altro, fare fronte alle questioni poste da un presente non meno liquido, in cui continuano a manifestarsi proteiformi dinamiche di discriminazione, violenza, emarginazione, censura, sfruttamento.

Iniziative

Pubblicazioni
La collana di testi Herencias, edita da Nova Delphi Libri, si propone di esplorare le scritture di memoria e identità di ambito ispanico attraverso la traduzione italiana di alcune delle opere più significative di un corpus in continua espansione.
Database DraMÆ
Un Database per lo studio della drammaturgia della memoria attuale in Spagna
Rassegna teatrale
Un ciclo annuale di spettacoli presso il Teatro Palladium di Roma. Tutti gli spettacoli sono trasmessi in live streaming e sono archiviati nel nostro canale YouTube.
Incontri
Interviste e tavole rotonde, on line o dal vivo, con le protagoniste e i protagonisti di diversi ambiti creativi. Tutti gli incontri sono archiviati nel nostro canale YouTube
Seminari, conferenze e laboratori
Giornate di studio, conferenze, lezioni sulle scritture della memoria di ambito ispanico e sulle più aggiornate teorie della memoria e del trauma, da una prospettiva interdisciplinare. Alcune di queste attività sono archiviate nel nostro canale YouTube.
Bollettini periodici
Grazie alle nostre collaboratrici e ai nostri collaboratori, periodicamente pubblichiamo bollettini delle stagioni teatrali di diverse zone della Spagna, per segnalare le iniziative di teatro della memoria.

Le persone di Herencias

Team locale

Collaborano con noi

Javier Cuesta Guadaño

Madrid

Francesc Foguet

Barcelona

Martín Fons Sastre

Andalucía, Baleares

Esther Lázaro

Barcelona

Julia Nawrot

Andalucía

Jesús Peris Llorca

Comunidad Valenciana

Diego Rivadulla

Galicia

Nieves Rodríguez Rodríguez

Madrid

Luz Celestina Souto Larios

Comunidad Valenciana

Comitato scientifico internazionale

  • Paola Ambrosi
    (Università degli Studi di Verona)
  • Antonia Amo Sánchez
    (Université d’Avignon)
  • Manuel Aznar Soler
    (Universitat Autònoma de Barcelona)
  • Teresa Basile
    (Universidad Nacional de La Plata)
  • Lourdes Bueno
    (Texas Christian University)
  • Luigi Contadini
    (Università di Bologna)
  • Emilio Crenzel
    (CONICET – Universidad de Buenos Aires)
  • Enrico Di Pastena
    (Università di Pisa)
  • Jorge Dubatti
    (Universidad de Buenos Aires)
  • Francesc Foguet
    (Universitat Autònoma de Barcelona)
  • Antonio Gómez López-Quiñones
    (Dartmouth College, Hanover)
  • Renata Londero
    (Università degli Studi di Udine)
  • Silvia Monti
    (Università degli Studi di Verona)
  • Veronica Orazi
    (Università di Torino)
  • Mariano de Paco
    (Universidad de Murcia)
  • Emilia Perassi
    (Università di Torino)

  • Eduardo Pérez-Rasilla
    (Universidad Carlos III, Madrid)
  • José Romera Castillo
    (UNED, Madrid)
  • Javier Sánchez Zapatero
    (Universidad de Salamanca)
  • Virtudes Serrano
    (Academia de las Artes Escénicas de España)

  • Luz Celestina Souto Larios
    (Universitat de València)
  • Fernando Valls Guzmán
    (Universitat Autònoma de Barcelona)
  • Lorena Verzero
    (Universidad de Buenos Aires)
  • Brenda Werth
    (American University, Washington D.C.)